Notizia

Come Giocare di Più All’aperto Quest’inverno, Secondo gli Insegnanti della Scuola All’aperto

1.05Kviews

Le vacanze sono finite, la stasi invernale si sta stabilizzando e le continue preoccupazioni pandemiche possono significare che il caso collettivo di febbre da capanna della tua famiglia sta per peggiorare che mai. Sottomettersi a un inverno di malcontento potrebbe sembrare inevitabile, a meno che tu non sappia come convincere i tuoi figli (e te stesso) ad abbracciare gli elementi.

 

Per aiutare te e i tuoi figli a divertirvi di più all’aria aperta quest’inverno, anche se solo per una gita pomeridiana nel parco locale, ci siamo rivolti a un paio di persone all’aria aperta che sanno una o due cose su come mantenere i contenuti al freddo: Liza Lowe, fondatrice di New Hampshire’s Wild Roots Nature School e direttore dell’Università di Antiochia Dentro fuori rete professionale per educatori basati sulla natura e Sally Anderson, fondatrice del SOL (Apprendimento all’aperto pieno di sentimento) Forest School, che fornisce un curriculum 100% outdoor (come fanno molte scuole forestali) a bambini dai 3 ai 7 anni nelle montagne a est di Albuquerque.

“Il mio messaggio a genitori, colleghi e altri insegnanti è di non considerare il tempo buono o cattivo. È solo un’altra parte della tua giornata “, dice Lowe. “Usa il tempo e le stagioni che cambiano come momenti di insegnamento, piuttosto che concentrarti sul fatto che fa freddo.” Oltre a una prospettiva ottimistica, la chiave per trascorrere del tempo all’aperto con successo è “la preparazione eccessiva”, afferma Anderson. “Oggigiorno vediamo sempre più genitori che desiderano quell’esperienza all’aria aperta per i loro figli, ma non sanno cosa indossare, cosa fare o cosa portare per assicurarsi che tutti rimangano caldi, asciutti, al sicuro e felici. ”

Se sei pronto per affrontare i grandi spazi aperti quest’inverno con i tuoi piccoli, ecco cosa consigliano Lowe e Anderson.

Vesti sia i tuoi figli che te stesso in modo appropriato

Come dice il proverbio, non esiste il brutto tempo, solo cattivi vestiti. Vestirti con la stessa cura con cui vesti i tuoi figli aiuterà tutti a rimanere felici più a lungo. Inoltre, dice Lowe, quando gli adulti si vestono in modo appropriato, mostrano ai bambini che “stare fuori è fantastico, indipendentemente dal tempo”.

Anderson giura per due verità immutabili: vestirsi a strati e, in generale, evitare il cotone. Puoi sempre rimuovere gli strati se qualcuno si sente surriscaldato. E quando si tratta di scongiurare il freddo, “il cotone fa male” perché assorbe l’umidità invece di allontanarla.

Ecco un primer dalla testa ai piedi:

Livello base: Inizia con una base aderente, non in cotone, come la lana merino preferita di Anderson dalla Patagonia o Smartwool. Wirecutter consiglia lo strato di base Smartwool Merino 150 per gli adulti ei genitori del nostro staff hanno trovato gli strati di base in lana merino di Polarn O. Pyret e REI caldi e resistenti per molti anni di utilizzo da parte di più bambini (aspettiamo i saldi). Se preferisci un’opzione sintetica più economica, ti consigliamo anche la linea 32 Degrees Lightweight Baselayer, disponibile sia nella versione da donna che da uomo. Ma non è necessario acquistare nuovi attrezzi. Anche leggings, maglie da calcio, body e altri indumenti sportivi realizzati con materiali come poliestere, spandex e polipropilene funzionano bene, purché non siano larghi.

 

Acquista la tua elettronica di consumo senza problemi solo su Monclick.it

 

Strati intermedi: Se il clima è relativamente mite e non hai intenzione di passare tutto il giorno all’aperto, probabilmente starai bene con solo uno strato di base e una buona giacca. Ma quando le temperature scendono (oi tuoi piani diventano più lunghi), inizia ad aggiungere strati intermedi. Se la temperatura si aggira intorno ai 40 gradi Fahrenheit, puoi farla franca con un solo strato intermedio tra la tua base e il tuo capospalla, dice Anderson, come un maglione o un pullover di pile. In tempo gelido o sotto lo zero, suggerisce di salire fino a tre strati intermedi. (È fantastico se almeno un set di maniche è dotato di fori per i pollici per evitare spazi vuoti ai polsi.) Un’opzione divertente ed efficace per gli strati intermedi dei bambini è il pigiama in pile di poliestere. Va bene anche se uno o due strati intermedi sono di cotone, dice Anderson, a condizione che lo strato di base contro la pelle non lo sia.

Capispalla: Per lo strato finale di un adulto, a Lowe piacciono i pantaloni da neve o quelli da pioggia; ti consiglia quest’ultima se starai fuori per ore, dato che rimarranno più asciutti più a lungo e potranno lavorare anche in autunno e in primavera. Consiglia giacche realizzate con Gore-Tex, ma puoi trovare altre buone giacche impermeabili e traspiranti realizzate con una varietà di materiali, come la nostra scelta per il miglior impermeabile outdoor, il Patagonia Torrentshell 3L. Per i bambini, Anderson è entusiasta delle tute da neve impermeabili “sorprendenti” di Polarn O. Pyret, in particolare le tute intere per i bambini più piccoli. Anche Lowe preferisce Polarn O. Pyret, ma consiglia anche tute antipioggia intere di Oaki come opzione meno costosa. D’altro canto, Anderson sconsiglia i piumini gonfi. “Trovo che non si comportino bene se ottieni anche solo una goccia di umidità”, spiega, “e se rimani bloccato con un bastone o qualcosa del genere e lo strappi, il piumino può volare via”.

Calzature: Anderson consiglia calze di lana merino, come la nostra prima scelta per le migliori calze da trekking di Darn Tough. I bambini di Wirecutter hanno tenuto i piedi al caldo nei giorni più freddi con i calzini Smartwool Wintersport comodi e alti fino al ginocchio. Per quanto riguarda gli stivali invernali, Bogs è uno dei marchi preferiti di Anderson sia per i bambini che per gli adulti; definisce anche gli stivali per bambini di Sorel “davvero fantastici”. (Se acquisti un solo paio di stivali per i tuoi bambini, creali stivali da neve poiché manterranno i piedi asciutti in caso di pioggia, mentre gli stivali da pioggia non terranno i piedi caldi con la neve.)

Testa e mani: Un cappello e un cappuccio caldi (il primo sovrapposto al secondo nelle giornate molto fredde) sono essenziali per mantenere il calore. Ad Anderson piacciono le sciarpe infinite invernali per bambini perché coprono tutto il viso fino agli occhi se ne hai bisogno. (Puoi anche usare uno scaldacollo.) I migliori guanti o muffole sono impermeabili, con polsini che offrono copertura del polso e chiusura regolabile per mantenerli aderenti. Per i giorni di neve, Lowe consiglia i guanti Yukon di Dakine o i guanti Thumbs Up di Obermeyer (che sono migliori per i bambini piccoli); per i giorni di pioggia, preferisce i guanti impermeabili di Polarn O. Pyret e quelli impermeabili e foderati di maglia di Reima. Lowe consiglia inoltre di riporre gli scaldamani nelle tasche del cappotto e negli zaini; usa scaldini a carbone attivo, ma consigliamo anche modelli elettronici riutilizzabili. Non dimenticare che gli scaldamani usa e getta, come HotHands, possono anche infilarsi negli stivali per mantenere le dita dei piedi calde.

Organizza una stazione di rifornimento

Una zona di ingresso della casa attrezzata con un tavolo in legno, tappetino per scarponi, ganci appendiabiti e ripiano
Foto: Jackie Reeve

Fai un salto nell’autosufficienza che può derivare dalle escursioni invernali insegnando ai bambini come sistemarsi con meno aiuto da parte degli adulti. Ciò significa non solo “prendere tempo in anticipo per tenere le cose organizzate” in modo che i bambini sappiano dove trovare e rimettere i loro vestiti, dice Lowe, ma anche assicurarsi che una quantità sufficiente di quella roba sia alla portata di un bambino “in modo che possano avere l’indipendenza. ” Ad esempio, i robusti pioli Shaker appesi all’altezza dei bambini li aiuteranno a vestirsi in modo indipendente. (Abbiamo più suggerimenti per organizzare l’ingresso nella nostra guida per ottimizzare le routine mattutine dei bambini.) Per il tuo inevitabilmente umido ritorno a casa, prendi in considerazione degli stendibiancheria pieghevoli su cui i tuoi bambini possono appoggiare i loro indumenti bagnati vicino all’ingresso e un vassoio per pavimento pulito.

 

Acquista la tua elettronica di consumo senza problemi solo su Monclick.it

 

Pianifica pause per il vasino, sicurezza e stai al caldo

Anche se tutti usano il bagno prima che tu esca, probabilmente qualcuno avrà bisogno di fare pipì. Quando ti avventuri lontano da casa, Lowe esorta a fare “un piano per quale sarà la situazione del bagno”, incluso scoprire se le strutture sono disponibili in loco e “averlo sul tuo radar in anticipo”. Se ti ritrovi con un bambino che non riesce a trattenerlo più a lungo e aiutarlo a uscire è la tua unica opzione, così sia. “Ho fatto il bagno con dozzine di bambini piccoli ora, e si adattano molto rapidamente”, dice Anderson. “Non ci pensano nemmeno molto.”

Se stai pianificando un’escursione in un grande parco o in una riserva naturale, Lowe consiglia di stabilire “regole di base su quanto lontano possono spingersi” e di creare un piano per ciò che tu ei tuoi figli farete se vi separate. Lowe ha avuto un grande successo utilizzando una “chiamata del gufo” per avvisare i bambini di tornare alla base di casa del giorno. “L’abbiamo impostato all’inizio … Faccio la chiamata del gufo e loro tornano da me”, spiega.

Lowe consiglia anche di avere un piano per riscaldare i bambini se stanno diventando freddi. Insegnare ai bambini come riscaldare il proprio corpo può essere parte dell’avventura. Suggerisce di fare jumping jacks, mostrando loro come strofinarsi le mani o di togliersi gli stivali per soffiare aria calda sulle dita dei bambini.

Porta una bevanda calda

Pianificare una pausa per uno spuntino può prolungare il divertimento, aggiungere un po ‘di struttura alla tua gita e, naturalmente, mantenere tutti idratati. “Una sorta di bevanda calda è davvero importante”, dice Anderson. La nostra scelta Thermos, la Stanley Classic da 2,5 quarti, è abbastanza grande da servire una folla e Anderson ha scoperto che i suoi studenti apprezzano il sidro di mele caldo anche più della cioccolata calda.

Non dimenticare che fermarsi a mangiare e bere fa spazio anche ad altre attività. Lowe dice che prendersi una pausa da un’escursione e alzarsi offre “una bella opportunità per la narrazione orale”, o anche solo un’opportunità per apprezzare la quiete della vita all’aria aperta in inverno. Lo zaino di Anderson contiene sempre alcuni teloni di plastica o tappetini per lo yoga, che possono fungere da coperte da picnic fornendo uno strato aggiuntivo di isolamento dal terreno freddo. E se stai pianificando una slitta o un’altra escursione sulla neve, una pausa cacao programmata potrebbe rianimare l’equipaggio per un altro giro di divertimento (Wirecutter ha testato e valutato le slitte invernali).

Rallenta e segui il flusso

Sia Lowe che Anderson suggeriscono di eliminare un programma e di lasciare che i bambini, anche i più piccoli, assumano la guida nei parchi, nelle foreste o in altre aree boschive. “Una delle cose che amo sostenere è lasciare che i bambini giochino, esplorino e siano bambini”, spiega Lowe. “C’è così tanta struttura nella vita dei bambini in questi giorni e stanno perdendo l’opportunità di essere solo bambini.” Anderson aggiunge: “Considerala più un’avventura che una destinazione. Rallentare ed essere consapevoli di ciò che puoi fare in natura è un modo più appropriato dal punto di vista dello sviluppo per coinvolgere un bambino piccolo, che può essere ispirato da qualcosa di semplice come una pozza di fango in un modo che gli adulti spesso possono dimenticare. Se più genitori pensassero di andare in un parco o di uscire nella foresta con quel tipo di mentalità, i loro figli probabilmente si divertiranno di più “.

Per aiutare a spingere il tempo a giocare – ancora una volta, con l’obiettivo di mantenere tutti felici più a lungo – Anderson suggerisce bandane (che puoi legare ai bastoncini) e secchi da spiaggia, perché “soprattutto per i più piccoli, avere qualcosa in cui raccogliere tesori è una cosa enorme . ” Per quanto riguarda un borsone più sostanzioso, abbiamo scoperto che gli zaini da esterno possono essere ottimi sia per i bambini piccoli che per quelli grandi. Le bolle sono un altro alimento base della stagione calda che i bambini sono forse ancora più affascinati in inverno; allo stesso modo, Anderson è un grande fan di portare i libri preferiti da leggere in un ambiente completamente nuovo. Anche una manciata di becchime può aiutare a innescare conversazioni su “chi vive nella foresta e che tipo di regali possiamo portargli”.

Acquista la tua elettronica di consumo senza problemi solo su Monclick.it

Acquista la tua elettronica di consumo senza problemi solo su Monclick.itMonclick garantisce ai propri clienti un catalogo prodotti sempre più ampio e variegato. In qualità di specialista di elettronica di consumo, offre PC, notebook, TV, smartphone, fotocamere, prodotti IT, videogiochi, piccoli e grandi elettrodomestici, prodotti per ufficio e molto altro. Con oltre 80.000 referenze, ogni cliente può sempre trovare il prodotto più adatto alle proprie aspettative. Per gli ultimi prodotti e le promozioni esclusive, visita monclick.it per i dettagli oggi stesso!

 

 

Leave a Response

x